Il Festival

La naturale crescita artistica di quello che ormai si può ritenere un vero e proprio movimento culturale qual è il San Gia…zz Festival si è concretizzata il 18 agosto 2002 nell’Associazione culturale “San Giazz”, nata con l’intento di promuovere il linguaggio musicale con particolare riferimento al jazz.
L’anima artistica dell’associazione è il socio fondatore Nicola Pettola, cultore ed estimatore musicale impeccabile che negli anni ha saputo dare il giusto taglio alla manifestazione, figure altrettanto importanti, sebbene di diversa natura, sono Stefano Pettola (Presidente), Nicola Emilio Galasso (vice presidente) e Francesco Rosati (segretario e tesoriere).
L’Associazione si propone di organizzare concerti, rassegne ed ogni altro tipo di attività volta alla promozione e alla diffusione della musica (seminari, cicli di conferenze, ricerche, audizioni collettive, etc.).

Pur avendo sede in San Giacomo degli Schiavoni, l’Associazione intende allargare la sua sfera di azione anche nel territorio circostante, in collaborazione con enti ed associazioni locali, al di là di ogni divisione municipalistica, poiché solo in questo modo può assolvere al suo compito principale di promozione e diffusione.
Nello stesso anno 2002 è iniziata la collaborazione dell’Associazione con una società di produzione culturale, ben consolidata sia in Molise che fuori, il “Circuito Creativo”. Quest’ultima ha in attivo, nella nostra regione, la gestione e la direzione artistica di alcuni fra i maggiori eventi culturali.
Questo connubio è stato pensato per favorire la nascita di vari progetti con fini non solo di natura divulgativa, ma anche didattica.
Si pensi al fatto che nella settima edizione è stata proposta ed accolta con grande successo una jam session gratuita, nel corso della quale giovani musicisti, molisani e non, hanno avuto l’opportunità di esibirsi al fianco di provati professionisti, mettendo così alla prova le loro doti e traendo nello stesso tempo beneficio da tale opportunità.
E ancora il riuscito abbinamento al programma dell’ottava edizione di un music workshop, un seminario per vari livelli tenuto da musicisti di grande esperienza.
L’energia che nel corso degli anni si è venuta a creare intorno alla manifestazione culturale ha generato nell’Associazione un sempre più crescente desiderio di “fare meglio e di più”. Il sogno è che il piccolo seme, di quel lontano 1996, ben vivo nei ricordi, diventi prima o poi un grande albero.